Pensione di scorta


Il “manifesto per la crescita” di Confindustria pone l’accento sulla necessità di una seria riforma delle pensioni, in sostanza chiedendo l’abolizione delle pensioni di anzianità, il calcolo contributivo per tutti e l’innalzamento dell’età.

Che si sia d’accordo o meno sui contenuti della richiesta bisogna riconoscere che il sistema pensionistico configurato dall’infinita serie di ritocchi è fortemente iniquo verso le persone che hanno meno di 40 anni. Con le regole vigenti essi si troveranno con pensioni erogate dopo i 65 anni e di importo pari alla metà dell’ultimo stipendio o meno, pagando lo stesso livello dei contributi dei cinquantenni che vanno in pensione a 60 anni con l’80% dello stipendio.

La prospettiva per quelle generazioni è quindi di una vecchiaia trascorsa in condizioni di disagio economico o povertà. Per attenuare questo scenario i governi, da qualche anno, hanno introdotto i fondi pensione complementari, incentivati fiscalmente per aiutare le persone ad avere un’integrazione pensionistica.

Questi fondi però non funzionano adeguatamente, gli iscritti sono pochi in rapporto alla popolazione ed ogni iscritto versa poco denaro (praticamente solo il TFR). Le ragioni dell’insuccesso sono in parte culturali, in Italia si continua a pensare che una pensione adeguata sia un diritto e qualcuno provvederà, ma in buona parte attribuibili agli scarsi incentivi fiscali ed alla rigidità del sistema.

Oggi aderire ad un fondo pensione significa perdere la disponibilità del TFR, avere una limitatissima disponibilità del denaro versato e la possibilità di ottenere il piccolo contributo del datore di lavoro solo se si sceglie un “fondo chiuso” aziendale o territoriale, spesso inefficiente e dai rendimenti scarsi e opachi. Inoltre non esiste consulenza previdenziale, se non quella di parte dei venditori di fondi e polizze pensionistiche private.

Servirebbero sgravi contributivi per i giovani che aderiscono a fondi pensione, detrazione totale dei versamenti al fondo, disponibilità in ogni momento del denaro versato (a prezzo di penalizzazione fiscale), portabilità del contributo datoriale e vera concorrenza tra i fondi pensione. Perché il sistema dei fondi funzioni l’incentivo deve essere tale che sia chiaro a tutti che è stupido non aderivi !

Annunci
Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

MYC4

business for a profit and profit for a purpose.

Méthode Lafay

Cultiver l'efficience

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

goldandother

Flawless, pure, desired.... one word: gold!

dragon trading

semplicemente un piccolo drago che cerca di restare vivo sui mercati finanziari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: