Rendimax: riduzione tassi da novembre

Anche Rendimax, il conto deposito di banca IFIS, si arrende e abbassa i tassi riconosciuti ai clienti. Sul mercato il trend è consolidato, i tassi dei conti depostito vengono ridotti man mano dalla scorsa estate ed ora anche Rendimax si adegua.

Dal 1 novembre questi saranno i tassi riconosciuti:

TASSO (lordo) 30 gg 60 gg 90 gg 180 gg 270 gg 365 gg 540 gg 730gg
rendimax anticipato FIRST 3,10% 3,20% 3,30% 3,40% 3,50% 3,90% 4,00% 4,10%
TASSO (lordo) 90 gg 180 gg 270 gg 365 gg 540 gg 730gg
rendimax posticipato TOP 3,35% 3,70% 3,90% 4,10% 4,30% 4,60%
rendimax Like 3,75%
rendimax libero 2,00%

Per chi è già cliente la riduzione partirà dal 1 gennaio 2013 per il prodotto like e libero, mentre le somme vincolate non subiranno modifiche.

Annunci

Conti deposito: rendimenti da fine stagione ?

A partire dal mese di  agosto le promesse di salvataggio da parte della BCE hanno portato calma sui mercati e favorito un buon recupero sia delle borse che dei titoli di stato, i rendimenti dei BOT annuali sono crollati sotto il 2% netto.

In questo quadro i conti deposito offrono ancora buone opportunità con rendimenti netti per vincoli ad 1 anno che si posizionano tra il 2,5 – 2,8 % dei player più grandi (YOUbanking, Poste, Che Banca ,Unicredit etc) ed il 3,3 – 3,5 % di quelli più piccoli (Rendimax, BCCFOR WEB, Banca Sistema, etc ); alcune banche scontano anche l’imposta di bollo.

Pur essendo valori che faticano a coprire l’inflazione sono comunque rendimenti che potrebbero valere ancora per poche settimane, se la tendenza di fondo dei mercati si conferma, presto anche i tassi  proposti dei conti deposito diventeranno più bassi.

Costo del bollo per Conto Arancio

Anche Ingdirect ha deciso come comportarsi con la nuova iposta di bollo sui depositi introdotta da “decreto salva Italia”; i clienti stanno ricevendo comunicazione vie email che li informa di una modifica contrattuale unilaterale. In sostanza il bollo su conto arancio, anche per il 2012, lo deve pagare il cliente; l’unica concessione è la possibilità di chiudere il rapporto “senza spese” (probabilmente se si hanno dei depositi vincolati arancio + e si voglio svincolare per chiudere gli interessi vanno persi).

Indubbiamente ING approfitta per fare pulizia di quei conti che hanno in deposito cifre basse, costringendo i clienti a pagare o chiudere, ma la mossa non farà piacere ai clienti attivi già penalizzati dai bassi interessi che vengono riconosciuti una volta scadute le promozioni per l’ingresso come nuovi clienti.

E’ tutto legittimo ma non si può fare a meno di notare che altri istituti (in genere quelli più piccoli)  hanno deciso diversamente, tenendo a carico della banca la tassa per quest’anno.

Il mondo dei conti deposito è in continua evoluzione quindi è bene verificare nel tempo  la convenienza delle proprie scelte.

Banca SISTEMA

Banca SISTEMA. offre attualmente il conto deposito vincolato più remunerativo del mercato.

Imposta di bollo: la risposta di Che Banca

Articolo che parla dell’applicazione dell’imposta di bollo per i vecchi clienti Chebanca; anche questo istituto come Ingdirect ha deciso di far pagare l’imposta di bollo al cliente.

Imposta di bollo: la risposta di Che Banca.

Unicredit: nuovo conto deposito

Unicredit rilancia i prodotti di raccolta fondi proponendo la formula “conto deposito” e mirando principalmente ai suoi clienti dato che per sottoscrivere il nuovo deposito occore avere un normale conto corrente Unicredit.

Vediamo le caratteristiche:

La  prima seconda edizione del  “conto deposito” Unicredit si sottoscrive tra il 17 luglio ed il 27 luglio e ha durata di 5 anni con possibilità di svincolo anticipato dopo 18 mesi .

L’importo minimo sottoscrivibile è 5000 euro ed i tassi sono crescenti nel tempo.

 

 

da 0 a  12 mesi da 13 a 24 mesi da 25 a 36 mesi da 37 a 48 mesi da 49 a 60 mesi
2,50% 3,25% 4,25% 5,25% 7,00%

Il tasso annuale medio lordo è del  4,4% ma la formula ad interessi crescenti (simile a quella dei buoni fruttiferi postali) penalizza molto chi ritira il denaro prima della scadenza; gli interessi sono corrisposti ogni 3 mesi.

Il deposito è garantito fino a 100.000 euro dal fondo interbancario.

BCCFORWEB conto deposito – update –

Anche in casa BCCFORWEB, il conto deposito offerto da alcune BCC (ne avevo parlato qui), ci sono delle novità:

  • Il tasso del deposito non vincolato raggiunge il 3% lordo
  • Si amplia la gamma di scadenze dei depositi vincolati, arrivando sino a 18 mesi, ed in alcune casi si può scegliere tra interessi anticipati o posticipati.
  • E’ in vigore la promo “ricarica tasso” che premia i depositi oltre i 50.000 euro

In questa scheda trovate il riepilogo completo delle condizioni commerciali, il bollo lo paga la banca.

Rendimax: riduzione tassi d’interesse

Anche Rendimax, il conto deposito di Banca IFIS, ha annunciato una riduzione generalizzata dei tassi riconosciuti ai clienti sia per i depositi senza vincolo che per quelli vincolati, ecco la nuova situazione:

A partire dal 16 maggio questi saranno i nuovi tassi (lordi) applicati:

Tasso (lordo) 30 gg 60 gg 90 gg 180 gg 270 gg 365 gg 540 gg 730 gg
rendimax anticipato
FIRST
3,35% 3,45% 3,55% 3,65% 3,75% 4,15% 4,25% 4,35%
rendimax posticipato
TOP
3,60% 3,95% 4,15% 4,35% 4,55% 4,85%
rendimax Like 4,00%
rendimax libero 2,25%

Santander consumer, il conto deposito

Santander consumer bank è la filiale Italiana dell’omonima  banca Spagnola, nota al pubblico principalmente per il credito al consumo ed i prestiti finalizzati, da anni è attiva anche nel settore dei conti deposito anche se non rappresenta il businness principale.

Santander offre due tipologie di deposito remunerato:

Il conto deposito libero, con tasso lordo al 2,25% e nessun vincolo

Il “Time deposit” ad uno e due anni con tassi lordi del 4,25% e 4,75%

Diversamente da altri operatori per Santander il deposito libero è distinto da quello vincolato.

maggiori info a questa pagina

Deposito BCCFORWEB

Per chi è interessato ai conti deposito questo è un momento estremamente propizio:  l’offerta è sempre più ampia ed i tassi interessanti considerando che i BOT ad un anno, grazie al fiume di soldi che la BCE ha regalato alle banche, sono tornati a rendimenti risibili (1,4% nell’ultima asta).

Nel mese di marzo è possibile vincolare il proprio denaro su un deposito bancario ottenendo rendimenti lordi tra il 4% ed 4,7%, senza costi e con ottime probabilità che sia la banca a pagarvi il famigerato “bollo” introdotto dal governo monti (0,1% del totale nel 2012 e 0,15% dal 2013).

Oggi evidenziamo i prodotti del sito  BCCFORWEB  offerti da un raggruppamento di banche di credito cooperativo; si apre e gestisce online e per questo mese il tasso base senza nessun vincolo è del 3% mentre saliamo al 4,6% per vincolo a 6 mesi e 4,7% a 12 mesi. Unica pecca il fatto che per ora non offre vincoli superiori all’anno.

 

MYC4

business for a profit and profit for a purpose.

Méthode Lafay

Cultiver l'efficience

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

goldandother

Flawless, pure, desired.... one word: gold!

dragon trading

semplicemente un piccolo drago che cerca di restare vivo sui mercati finanziari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: