Rendimax: il conto deposito alza i tassi.

Rendimax è il conto deposito proposto da Banca IFIS, un piccolo istituto specializzato in prestiti alle aziende e quotata alla borsa di Milano.

Nel periodo d’oro dei conti deposito, tra il 2008 ed il 2013, Rendimax si distingueva come una delle soluzioni più remunerative, poi ha cambiato strategia, riducendo notevolmente i tassi e finendo nell’oblio mediatico.

Da settembre 2015 torna alla ribalta con alcune novità accompagnate da una campagna di marketing sui social network e su alcuni siti a tema economico.

In sostanza sono stati aumentati tutti i rendimenti per i vincoli a partire da un anno e sono stati introdotti vincoli lunghi fino a 5 anni.

I rendimenti riconosciuti sui vincoli vanno dall’1% al 2,6% a seconda della durata.

Considerando che, al momento, Rendimax si fa carico anche dell’imposta di bollo le proposte sono allettanti in questo quadro di rendimenti estremamente bassi offerti dai titoli di stato.

Annunci

Rendimax abbassa ancora i tassi

Con quella di oggi è la sesta volta che Rendimax ritocca, al ribasso, i tassi offerti alla clientela nel 2014. Il livello è ormai ridicolo ed allineato a quello dei titoli di stato.

Il tasso sul deposito libero è dello 0,75% lordo sale all’1,05% per la formula like, che prevede svincolo con preavviso di un mese, 1,25% per vincolo annuale ed 1,5% per quello biennale.

Considerando che Rendimax è il prodotto di una piccola banca locale e non è possibile svincolare anticipatamente il denaro bloccato la convenienza di tenere li il denaro diventa dubbia.

Il miglior conto deposito di ottobre 2013

Il 2013 è un anno difficile per i molti  “amanti” della formula conto deposito, da quando la BCE ha preso sotto la sua ala protettiva l’Italia i rendimenti offerti dai nostri titoli di stato sono calati molto, soprattutto sulle durate brevi, ed i conti deposito offerti dalle banche hanno seguito lo stesso percorso.

Se un anno fa non era difficile spuntare il 4% per vincoli ad un anno oggi ci si deve accontentare del 2,5% o meno.

Come sempre ci sono banche che hanno più fame di liquidità e decidono di offrire un extra rendimento rispetto al mercato, in questo periodo è il turno di YOUBANKING  offerto dal Banco Popolare.

Fino al 30 novembre i rendimenti  sono i seguenti:

  • deposito libero   0,4%
  • vincolo 9 mesi 2,5%
  • vincolo 12 mesi 3,0%
  •  vincolo 18 mesi 3,5%

I tassi sono al lordo dell’imposta (per ora al 20%), in caso di svincolo anticipato viene riconosciuto solo il tasso del deposito libero; il minimo importo vincolabile è 5000 eur. L’imposta di bollo è pagata dalla banca almeno sino al 2015.

 

 

 

 

Rendimenti dei buoni postale settembre-ottobre 2013

Dopo una lunga pausa estiva la Cassa Depositi e Prestiti, emittente dei buoni fruttiferi venduti alle Poste, ha rinnovato le serie di buoni acquistabili.

Dato il rialzo dei rendimenti visto nelle ultime aste dei titoli di stato ci si aspettava un incremento dei, miseri, rendimenti offerti: in realtà non è cambiato praticamente nulla.

I rendimenti offerti rimangono gli stessi già in vigore, l’unica modifica riguarda la serie “risparmi nuovi”, dedicata a chi porta nuova liquidità,  che riporta un leggero incremento arrivando ad un tasso netto annuo del 2,14% dopo tre anni di vincolo.

Qui trovate il file ufficiale CDP (rendimenti-buoni-fruttiferisett-ott) con tutte le serie di buoni emesse, di seguito trovate qualche esempio:

  • BPF 18 mesi tasso dello 0,66% netto al 18 mese
  • BFP 7 anni tasso del 2,43% annuo, vincolo 7 anni (con rimborsi parziali del capitale ogni anno)

Queste serie di BFP saranno disponibili almeno sino alla metà di ottobre.

Rendimenti dei depositi ad agosto 2013

Da mesi i rendimenti offerti sugli strumenti a breve termine quali BOT, conti deposito, buoni postali sono in calo costante rendendo difficile la vita di chi, prudente per natura, non vuole azzardare l’acquisto di strumenti più redditizi ma rischiosi esi era abituato, nel 2011/2012, a rendimenti del 3-4% ottenuti semplicemente investendo il denaro in titoli di stato a breve termine o nei conti deposito.

Le banche che si contendevano i clienti con offerte allettanti sono tornate avare ed oggi gli istituti tradizionali offrono rendimenti per vincoli ad un anno intorno all’1-1,5%, quelli online arrivano al 2-2,5%, i BOT annuali veleggiano all’1%.

Vediamo alcuni esempi per 10.000 euro vincolati per un anno:

  • Banco Popolare YouBanking 2,5% svincolabile bollo governativo a carico banca
  • Mediolanum InMediolanum 2,8% svincolabile bollo governativo a carico cliente
  • Banca Popolare Milano 2,5% svincolabile con penali  bollo governativo a carico cliente + spese
  • FINECO 2,0% non svincolabile bollo governativo a carico cliente
  • Unicredit moneybox 1,0% non svincolabile bollo governativo a carico cliente + spese conto corrente
  • Rendimax 2,75%non  svincolabile bollo governativo a carico banca per il 2013
  • Che Banca 2,4% svincolabile bollo governativo a carico cliente (promozione per 6 mesi al 3,5% solo nuova liquid)
  • Ing Direct 2,4% (promo nuovi clienti)  svincolabile  bollo governativo a carico cliente

Ovviamente se il deposito non viene vincolato il rendimento crolla ulteriormente.

Con questo livello di rendimenti presto torneranno in auge in modo massiccio le promozioni dedicate a chi trasferisce il conto o porta nuova liquidità ma, purtroppo, torneranno anche ad essere offerti prodotti bancari opachi, che promettono rendimenti fuori mercato ma nella realtà sono costruiti con complessi derivati su indici di borsa o altro e presentano sempre costi nascosti molto alti per il cliente; la regola aurea è sempre quella di evitare l’acquisto di prodotti che non si comprendono pienamente e diffidare dello sportellista bancario o del consulente che devono raggiungere il proprio budget.

buoni fruttiferi postali: nuovi rendimenti luglio/agosto/settembre 2013

Sono state emesse le nuove serie di buoni fruttiferi postali sottoscrivibili da metà luglio per circa un mese, i tassi offerti si confermano bassi e gli unici buoni postali degni d’interesse sono quelli legati all’inflazione (con durata decennale ma riscattabili dopo 18 mesi) e quelli denominati BFP risparmi nuovi, acquistabili solo con nuova liquidità immessa alle poste.

A questo link trovate il comunicato ufficiale (rendimenti-buoni-fruttiferi-postali3 ) con tutte le tipologie di buoni sottoscrivibili  e relativi rendimenti.

 

update settembre: i rendimenti dei bfp restano validi ancora per qualche giorno, probabilmente saranno modificati dopo la metà di settembre

Poste Italiane, Codici denuncia bluff dei buoni fruttiferi

Poste Italiane, Codici denuncia bluff dei buoni fruttiferi – Yahoo! Finanza Italia.

buoni fruttiferi postali: nuovi rendimenti giugno luglio 2013

Con il lancio delle nuove serie di buoni postali (BFP) di giugno 2013 scatta un’operazione di “lifting” sull’offerta per rendere i BFP più attraenti in un contesto di tassi d’interesse bassissimi. Spariscono i BFP con scadenza due anni e vengono introdotte due novità : BFP risparmi nuovi e BFP Europa.

  • BFP risparminuovi ha durata 3 anni e riconosce un “premio” del 5% a chi lo tiene sino a scadenza, per un rendimento annuo netto a scadenza del 2%. In  caso di riscossione anticipata viene riconosciuto lo 0,8% netto alla fine del primo e secondo anno.  Questa tipologia di buono postale, che presenta rendimenti più elevati rispetto agli altri, ha caratteristiche promozionali infatti può essere acquistato solo con nuova liquidità aggiunta sul libretto o sul conto corrente, quindi non correte inutilmente alle poste !
  • BFP Europa è collegato all’andamento dell’indice azionario Europeo EURO STOXX 50 ed offre un rendimento minimo lordo annuo dell’1% ed un massimo annuo del 4%. Il rendimento aggiuntivo annuo viene riconosciuto solo se l’indice azionario nell’anno è aumentato del 7/10%  (!!!!!)

Con queste nuove serie di BFP i rendimenti vengono nuovamente tagliati raggiungendo livelli straordinariamente bassi che li rendono scarsamente interessanti per chi ha un ottica di breve e medio periodo ( uno – due anni ) e ampiamenti sconfitti dai conti deposito (per vincoli ad un anno CheBanca e INGDIRECT offrono tassi intorno all’1,8-2% netto).

A questo link trovate il comunicato ufficiale ( rendimenti bfp ) con tutte le tipologie di buoni sottoscrivibili  e relativi rendimenti.

Buoni fruttiferi postali, rendimenti maggio-giugno 2013

La cassa depositi e prestiti, emittente dei buoni che vengono collocati tramite poste italiane, ha comunicato i nuovi tassi applicati ai buoni postali emessi a partire dal 18 maggio 2013 e validi sino ad emissione di nuove serie.

I rendimenti offerti continuano a scendere, per ottenere almeno l’1% netto annuo dobbiamo accettare un vincolo di due anni si sale al 2,3% con vincolo a 7 anni.

Viene presentata anche una novità dedicata al mondo imprese e professionisti BFP Impresa ed alle loro esigenze di cassa, scadenza 20 mesi e rendimenti crescenti nel tempo.

A questo link trovate il comunicato ufficiale ( rendimenti bfp ) con tutte le tipologie di buoni sottoscrivibili  e relativi rendimenti.

Buoni fruttiferi postali, rendimenti aprile/maggio 2013

La cassa depositi e prestiti, emittente dei buoni che vengono collocati tramite poste italiane, ha comunicato i nuovi tassi applicati ai buoni postali emessi a partire dal 10  aprile 2013 e validi sino ad emissione di nuove serie.

In generale si nota una forte diminuzione dei tassi rispetto al mese di marzo, la decurtazione è dello 0,5% su tutte le scadenze mentre diventa drastica per i buoni indicizzati all’inflazione che vedono quasi dimezzarsi il rendimento degli ultimi anni.

Ad esempio il buono scadenza 2 anni con pagamento interessi alla scadenza rende ora 1,25% lordo.

Viene presentata anche una novità che “fa il verso” al BTP Italia, il nuovo buono si chiama BFPRenditalia, dura 5 anni ed ha un rendimento variabile agganciato a quello dei BOT semestrali + uno spread dello 0,5% (quindi oggi il rendimento lordo sarebbe  nella forchetta 1,0-1,2% annuo)

A questo link trovate il comunicato ufficiale ( rendimenti bfp ) con tutte le tipologie di buoni sottoscrivibili  e relativi rendimenti.

MYC4

business for a profit and profit for a purpose.

Méthode Lafay

Cultiver l'efficience

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

goldandother

Flawless, pure, desired.... one word: gold!

dragon trading

semplicemente un piccolo drago che cerca di restare vivo sui mercati finanziari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: