La borsa Italiana nel 2018

Il mercato azionario italiano, da anni, è diventato marginale rispetto al resto del mondo e per questo più facilmente preda della speculazione.

Questa caratteristica si è accentuata negli ultimi mesi ed i movimenti dei prezzi sono totalmente sconnessi dal contesto economico rendendo il mercato inaccessibile ai piccoli investitori.

Il risparmiatore deve stare lontano dal mercato italiano sia per gli investimenti diretti che per quelli tramite fondi. Più prudente ed efficiente puntare su titoli europei o globali.

Rendimax abbassa ancora i tassi

Con quella di oggi è la sesta volta che Rendimax ritocca, al ribasso, i tassi offerti alla clientela nel 2014. Il livello è ormai ridicolo ed allineato a quello dei titoli di stato.

Il tasso sul deposito libero è dello 0,75% lordo sale all’1,05% per la formula like, che prevede svincolo con preavviso di un mese, 1,25% per vincolo annuale ed 1,5% per quello biennale.

Considerando che Rendimax è il prodotto di una piccola banca locale e non è possibile svincolare anticipatamente il denaro bloccato la convenienza di tenere li il denaro diventa dubbia.

L’azionario sorprenderà ancora. Parola di Goldman Sachs !

La banca americana non ha dubbi sulle strategie da adottare non solo nei prossimi tre mesi ma anche in un orizzonte temporale più ampio. Sottopesare l’obbligazionario e spazio in portafoglio alle azioni, pur con dei distinguo tra le varie aree geografiche.

Gli analisti di Goldman Sachs che, in ossequio alla loro view positiva sull’intero anno per l’azionario, guardano con accresciuto ottimismo ai prossimi tre mesi.
La banca americana ha infatti migliorato nel complesso il suo giudizio sull’equity a tre mesi, da “neutral” a “overweight”, con l’unica eccezione per il Giappone. Il giudizio sulla Borsa nipponica infatti è stato ridotto da “neutral” ad “underweight”, complice il forte rialzo messo a segno dal Nikkei 225 negli ultimi mesi e alla luce delle attuali turbolenze macroeconomiche che stanno interessando il Paese. La bocciatura del mercato nipponico stride e non poco con la raccomandazione riservata all’Asia, visto che il rating sull’azionario di questa regione è stato alzato ad “overweight”.
Sulle Borse del Vecchio Continente il giudizio a tre mesi resta improntato alla positività con una raccomandazione “overweight”. L’azionario europeo è quindi da sovrappesare malgrado i problemi dell’area, visto che Goldman Sachs segnala che gli interventi della BCE riflettono uno scenario di crescita e inflazione debole. Questo rappresenta un freno per l’azionario, ma gli analisti credono che gran parte di queste limitazioni sia già riflessa nei prezzi di mercato e nei mesi a venire si vedranno gli effetti positivi degli interventi della Banca Centrale europea.
Più cauta la view sull’America che tuttavia nei tre mesi si guadagna una promozione da “underweight” a “neutral” per tenere conto della robusta crescita registrata dagli Stati Uniti, come evidenziato dagli ultimi dati sul PIL e da quelli relativi all’andamento del mercato del lavoro.

MYC4

business for a profit and profit for a purpose.

Méthode Lafay

Cultiver l'efficience

farefuorilamedusa

romanzo a puntate di Ben Apfel

goldandother

Flawless, pure, desired.... one word: gold!

dragon trading

semplicemente un piccolo drago che cerca di restare vivo sui mercati finanziari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: